Vivi in sicurezza.

Indossa le mascherine con l’argento puro
antimicrobico naturale.
Perchè scegliere l'argento?
Le proprietà antibatteriche dell’argento puro si attivano con la gocciolina batterica, avviando un processo di purificazione assolutamente naturale e stabile, comprovato da rigorose analisi di laboratorio. Gli ioni d’argento esplicano la propria azione antimicrobica e antibatterica in forma continuativa, interrompendo il metabolismo e inibendo la riproduzione di tutti i microrganismi presenti.
Le “Mascherine Argento” sono prodotte all’interno del progetto Argentoè.
Le proprietà dell’argento sono il punto di partenza per lo sviluppo di questa e molte altre idee innovative.
Le Mascherine Argento sono un accessorio precauzionale, per garantire il massimo comfort in sicurezza a chi la indossa. Adatte per l’uso quotidiano della popolazione civile rispettando le distanze di sicurezza anti-contagio. NON CHIRURGICHE. Prodotto 100% Made in Italy ed in modalità provvisoria per poter fare fronte all'attuale emergenza sanitaria.
Materiali utilizzati:
due strati di tessuto traspirante, accoppiati.
Per la parte esterna è stato utilizzato un tessuto speciale, dalla particolare trama d’argento a nido d’ape, su fondo nero. Una filatura d’argento puro al 100% che conferisce all’utilizzo della mascherina una potente azione biocida.
La parte interna a contatto sul viso è in tessuto ipoallergenico per proteggere dalle irritazioni rispettando le pelli più sensibili.
Modelli:
Il design di ciascun modello è creato da morbide cuciture e finiture modellanti, anti sfilacciamento. Le Mascherine Argento si adattano così a qualsiasi viso garantendo un'ottima capacità assorbente e una miglior ventilazione.
Confezionamento:
Tutte le Mascherine Argento vengono trattate con agente antimicrobico e subito sigillate.
Cura e mantenimento:
Mascherine multiuso, lavabili in lavatrice, si consigliano lavaggi non superiori a 40°.
Alcune precisazioni

Mascherine chirurgiche

Le mascherine chirurgiche hanno lo scopo di evitare che chi le indossa contamini l’ambiente, in quanto limitano la trasmissione di agenti infettivi e ricadono nell’ambito dei dispositivi medici di cui al D.Lgs. 24 febbraio 1997, n.46 e s.m.i.. Sono utilizzate in ambiente ospedaliero e in luoghi ove si presti assistenza a pazienti (ad esempio case della salute, ambulatori, ecc.). Le mascherine chirurgiche, per essere sicure, devono essere prodotte nel rispetto della norma tecnica UNI EN 14683:2019

Mascherine FFP2 e FFP3 – Dispositivi di protezione individuali (DPI)

I facciali filtranti (mascherine FFP2 e FFP3) sono utilizzati in ambiente ospedaliero e assistenziale per proteggere l’utilizzatore da agenti esterni (anche da trasmissione di infezioni da goccioline e aerosol), sono certificati ai sensi di quanto previsto dal D.lgs. n. 475/1992 e sulla base di norme tecniche armonizzate UNI EN 149:2009. La norma tecnica UNI EN 149:2009 specifica i requisiti minimi per le semi-maschere filtranti antipolvere, utilizzate come dispositivi di protezione delle vie respiratorie (denominati FPP2 e FPP3), ai fini di garantirne le caratteristiche di efficienza, traspirabilità, stabilità della struttura attraverso prove e test tecnici.

Altri tipi di mascherine

Ogni altra mascherina reperibile in commercio, diversa da quelle sopra elencate, non è un dispositivo medico né un dispositivo di protezione individuale; può essere prodotta ai sensi dell’art. 16, comma 2, del D.L. 18/2020, sotto la responsabilità del produttore che deve comunque garantire la sicurezza del prodotto (a titolo meramente esemplificativo: che i materiali utilizzati non sono noti per causare irritazione o qualsiasi altro effetto nocivo per la salute, non sono altamente infiammabili, ecc.). Per queste mascherine non è prevista alcuna valutazione dell’Istituto Superiore di Sanità e dell’INAIL.

Le mascherine in questione non possono essere utilizzate in ambiente ospedaliero o assistenziale in quanto non hanno i requisiti tecnici dei dispositivi medici e dei dispositivi di protezione individuale. Chi la indossa deve comunque rispettare le norme precauzionali sul distanziamento sociale e le altre introdotte per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Fonte Ministero della Salute  – www.salute.gov.it